scultori, logo dello scultore Pezzola. Lo scultore presenta le sue sculture in bronzo realizzate con il processo della fusione a cera persa. Le sculture realizzate con la fusione del bronzo esprimono un marcato realismo anche del più piccolo dettaglio del modello originale.      

Produzione di scacchi per scacchiere da gioco e da collezione 
 Gli scacchi artistici in metallo di Oreste Pezzola, acquistabili presso lo scultore.  
scacchi artistici
scacchi artistici neri

Storia degli scacchi
Gli scacchi sono un gioco molto antico. Si pensa che si siano sviluppati da un gioco chiamato Chaturanga che era giocato in India circa 1500 anni fa. Attraverso i secoli, viaggiatori ed invasori portarono il gioco in Medio Oriente e quindi in Europa. Le regole cambiarono gradualmente nel tempo ed esso divenne il gioco degli scacchi che oggi conosciamo, le cui regole sono internazionali.
G

                   
     

Le regole
Gli scacchi sono un gioco per due giocatori. Ognuno ha un "esercito" di sedici pezzi e lo scopo del gioco è la cattura del Re avversario. All'inizio della partita i pezzi vanno disposti come mostrato qui sopra. Un giocatore usa i pezzi chiari, l'altro i pezzi scuri. Ogni pezzo si muove in un proprio modo che sarà qui descritt
o successivamente. I giocatori muovono a turno un pezzo per volta. Se un giocatore tocca un pezzo, è obbligato a muoverlo. Se stacca la mano dopo averlo mosso, deve lasciarlo dove si trova. Quando mettete i pezzi sulla scacchiera, assicuratevi che la casella in basso a destra sia bianca. La Donna bianca deve trovarsi su una casella bianca, quella nera su una casella nera. Le file di caselle orizzontali sono chiamate traverse, quelle verticali sono chiamate colonne. Le file oblique sono chiamate diagonali.

scacchi artistici di Oreste Pezzola
Come si vince
Lo scopo della partita di scacchi è di intrappolare il Re nemico in modo che non possa sottrarsi alla cattura, cioè non abbia caselle di fuga, non possa interporre pezzi e non abbia pezzi che possano catturare il pezzo che dà scacco. Questa situazione è detta "scacco matto" e il giocatore con il pezzo (o i pezzi) che danno scacco vince la partita.
alfiere di scacchi  

L'Alfiere (mm. 102)
Ogni giocatore ha due Alfieri. Quello che all'inizio è a fianco del Re è detto Alfiere di Re, quello che all'inizio è a fianco della Donna è detto Alfiere di Donna.

Gli Alfieri si muovono in diagonale attraverso la scacchiera.
Possono muoversi in ogni direzione e di quante caselle vogliono, ma non possono scavalcare altri pezzi.

   

Il Cavallo (mm. 102)
Ogni giocatore ha due Cavalli: un Cavallo di Re e un Cavallo di Donna.

Il Cavallo è l'unico pezzo degli scacchi che può saltare sopra gli altri pezzi, sia del proprio colore che del colore avversario.
Il Cavallo può muoversi in ogni direzione, in avanti, indietro, di lato, ma sempre di tre caselle alla volta.

  cavallo di scacchi
           
torre di scacchi  

La Torre (mm. 110)
Ogni giocatore ha due Torri che, all'inizio della partita, sono disposte agli angoli della scacchiera.

La Torre si può muovere avanti, indietro, oppure di lato, sia a destra che a sinistra.
Si può muovere solo in una direzione nella stessa mossa e non può saltare sopra altri pezzi.

 

Il Pedone (mm. 80)
Pedone deriva da una parola latina che significa soldato a piedi. Ogni giocatore ha otto pedoni e, sebbene essi siano i pezzi di minor valore, sono tuttavia molto importanti.

Se uno dei vostri pedoni raggiunge l'altro bordo della scacchiera senza essere catturato, potete cambiarlo con una Donna o con qualsiasi altro pezzo escluso il Re.
In questo caso si parla di "promozione" del Pedone.

pedone di scacchi
   
rè e donna di scacchi    

Il Re (mm. 117)
Il Re è il più importante dei pezzi in gioco. Dovete muoverlo con grande attenzione perchè, nel caso che un pezzo nemico minacci di catturarlo e il Re non possa sottrarsi alla minaccia, la partita è persa. Fate quindi costantemente attenzione al Re e, in caso di attacco, mettetelo prontamente al riparo.
Non lasciatevi sfuggire inoltre ogni possibilità di attaccare il Re nemico.


La Donna (mm. 110)
La Donna è un pezzo di grande potenza e valore dato che può muoversi in ogni direzione.
Essa, tuttavia non può cambiare direzione nel corso della stessa mossa oppure saltare sopra altri pezzi. Ogni giocatore ha una Donna.
All'inizio della partita verificate che la Donna bianca si trovi su una casella bianca e che la Donna nera si trovi su una casella nera. Abbiate cura della Donna e muovetela con la massima attenzione, dato che è un pezzo veramente utile.


PER TUTTI QUESTI SCACCHI LA BASE HA UN DIAMETRO DI 38 MM

   

ULTERIORI REGOLE DEL GIOCO DEGLI SCACCHI

L'Alfiere
Se c'è un pezzo dello stesso colore lungo la strada, l'Alfiere si deve fermare e non può procedere oltre lungo la diagonale. Se c'è un pezzo avversario lungo la strada, l'Alfiere può catturarlo.

Il Cavallo
Ogni volta che si muove, il Cavallo deve spostarsi di due caselle in una direzione e quindi di una casella di lato. Dato che il Cavallo può saltare sopra altri pezzi, all'inizio della partita può essere mosso prima dei pedoni. Se un Cavallo atterra in un casella su cui c'è un pezzo nemico, questo viene catturato.

La Donna
La Donna si può muovere di qualsiasi numero di caselle ad ogni mossa.

Il Pedone
Il Pedone può muoversi solo in avanti, di uno o due passi alla prima mossa e di uno solo alle successive.
Per catturare un altro pezzo, il Pedone si sposta di una casella in diagonale in avanti. Non può assolutamente catturare un pezzo che si trovi nella casella di fronte. Se c'è un pezzo nella casella di fronte, il Pedone è bloccato finchè il pezzo non si sposta, a meno che non possa catturare un pezzo avversario in diagonale.
Quando un Pedone si muove di due passi alla prima mossa, un Pedone nemico può catturarlo come se si fosse mosso di un solo passo. Ciò è detto presa en passant una parola francese che significa "al varco".

Il Re
Il Re può muoversi e catturare pezzi in ogni direzione, ma può muoversi di una sola casella alla volta. Il Re è "sotto scacco" quando può essere catturato da un altro pezzo. Del pezzo che lo minaccia si dice che "dà scacco".

Come salvare il Re
Se il Re è sotto scacco, dovete salvarlo. E' infatti contro le regole lasciarlo sotto scacco. Ci sono tre modi di sottrarsi ad uno scacco:
1. spostare Il Re;
2. interporre un pezzo in modo da mettere il Re fuori tiro;
3. catturare il pezzo che dà scacco.

La cattura dei pezzi
Per raggiungere una forte posizione e dare scacco matto al Re avversario, cercate di catturare quanti più pezzi avversari potete. Spesso nella battaglia per catturare pezzi del nemico dovrete perderne dei vostri. Cercate quindi di fare dei cambi favorevoli o almeno pari. Per permettere il calcolo, a ogni pezzo è assegnato un valore:
per il pedone 1 punto, per il Cavallo 3 punti, per l'Alfiere 3 punti, per la Torre 5 punti e per la Donna 9 punti.

La Donna vale più di tutti essendo il pezzo più utile e potente. Il Re non ha valore dato che la sua cattura pone termine alla partita. Un cambio è pari se il pezzo che date vale quanto quello che prendete. Così si può cambiare Torre per Torre oppure Alfiere per Cavallo.

L'arrocco
Questa è una mossa speciale del Re e della Torre. Essa permette di mettere il Re al sicuro all'inzio della partita e di portare la Torre al centro della traversa, in buona posizione di attacco. L'arrocco è l'unica mossa in cui il Re si sposta di due caselle e la Torre salta sopra ad un pezzo. Per arroccare sull'ala di Donna, si muove il Re di due passi verso la Torre di Donna che scavalca il Re.

Regole dell'arrocco

1. nè il Re nè la Torre devono essere stati mossi in precedenza;
2. non ci devono essere pezzi tra il Re e la Torre;
3. il Re non dev'essere sotto scacco;
4. non si può arroccare se la casella di arrivo o quella in cui il Re deve passare sotto scacco.

La partita patta
A volte è impossibile lo scacco matto e la partita finisce patta. Un tipo di patta si verifica quando un giocatore pur non essendo sotto scacco, non può fare alcuna mossa legale. Cioè è detto "stallo". Un altro tipo di patta si ha quando un giocatore continua a dare scacco all'altro. Se la stessa posizione si ripete per tre volte, la partita è patta. Ciò è detto "scacco perpetuo". Una partita può anche finire con l'abbandono di un giocatore o con la patta d'accordo se entrambi i giocatori ritengono di non vincere.

Disposizione degli scacchi sulle scacchiere
Re
Donna
Alfiere
Cavallo
Torre
Pedone
   

 

Tempo è il termine italiano utilizzato internazionalmente nel gioco degli scacchi.
Nel gioco degli scacchi il Tempo può essere perso o guadagnato.
Se un giocatore è obbligato a ritirare un pezzo questa mossa comporta una perdita di Tempo.
Una perdita di Tempo è ad esempio quando si muove un pezzo e lo si riporta poi nella posizione di partenza.

Il gioco degli scacchi è comunque un gioco di pazienza e quindi non facciamo pressioni sul nostro avversario sollecitandolo ad eseguire le proprie mosse.

Tattica e Strategia nel gioco degli scacchi
Le tecniche di Strategia sono utilizzate per conseguire risultati nel lungo tempo
mentre la Tattica produce risultati immediati.

Ciò che rende il gioco degli scacchi complesso ma nello stesso tempo meraviglioso
sono le infinite possibilità di mosse eseguibili nel corso della partita.

Gli scacchi si potrebbero forse definire come il Re di tutti i giochi!

contatto con lo scultore Pezzola scultore_pagina iniziale
scultore_pagina_precedente
Scultore Pezzola Oreste Via Ragazzi del 99 n. 41 25065 Lumezzane S.A. Brescia Italia EU e-mail: info@pezzola.com
Privacy    
 
www.CreaComStudio.it

Tel.: 328 849 35 51

E-mail: info@creacomstudio.it